post

Agedo alla manifestazione #SVEGLIATITALIA

Agedo Milano ha partecipato alla manifestazione che si A? svolta in Piazza della Scala. I partecipanti sono stati decine di migliaia e la piazza stracolma ha mostrato il volto migliore di Milano e del nostro Paese. Da notare la presenza in piazza del Sindaco Giuliano Pisapia, del Ministro Maurizio Martina e di tutti i candidati alle primarie del centrosinistra: Francesca, Balzani, Pierfrancesco Majorino e Giuseppe Sala. A salire sul palco per Agedo Milano A? stata la nostra presidente, di seguito il suo discorso:

“Siamo qui oggi per chiedere uguaglianza per i nostri figli e nipoti, il DDL sulle Unioni Civili tra persone dello stesso sesso non ci rappresenta, difatti viene istituita una normativa per una minoranza che in questo modo ci differenzia in modo subalterno dalla maggioranza, creando una discriminazione. Il nostro obiettivo A? il matrimonio civile egualitario, se per ottenerlo dobbiamo passare per il ddl CirinnA� che almeno venga votato senza modifiche. Il primo fondamentale diritto UMANO prima che civile che tuttora viene negato A? quello all’affettivitA� ed A? anche una violazione dei diritti umani sancita dalla Corte Europea per i diritti dell’uomo. Il genere umano per sopravvivere ha bisogno dell’affetto dei suoi simili e questo deve essere riconosciuto all’interno della societA� di cui fa parte, altrimenti vi A? la negazione della coppia con una sofferenza che si riflette sulla vita di tutti i giorni e la negazione dei diritti civili che le spetta, tra cui:A�la reciproca assistenza in caso di malattia, la possibilitA� di decidere per il partner in caso di ricovero o di intervento sanitario urgente, il diritto di ereditare i beni del partner, la possibilitA� di subentrare nei contratti, la reversibilitA� della pensione, il diritto al congedo matrimoniale, il diritto al congedo per la nascita o malattia dei figli, la condivisione degli obblighi e dei diritti del nucleo familiare.

Ed infine quello piA? importante il diritto dei bambini di vedersi riconosciuti entrambi i genitori. In Italia ci sono migliaia di bambini che vengono cresciuti da due mamme o due papA�, sono bimbi che crescono senza turbe psicologiche o confusione sui ruoli di genere, come tante persone vogliono far credere. Si parla tanto dei diritti dell’infanzia strumentalizzando questo delicato argomento , non pensando veramente al bene del bambino. Con la stepchild adoption, viene riconosciuta l’adozione dei figli naturali od adottivi dei compagni, ma non il diritto di parentela dei loro congiunti, per cui i nonni gli zii cugini ecc. non vengono riconosciuti dallo Stato; insomma per questi bimbi sono dei fantasmi, questa A? civiltA�? Questo A? difendere i diritti dei minori? E’ piA? di una discriminazione A? una violazione dei diritti dei bambini. In queste ultime settimane persone autorevoli hanno affermato che questo articolo del ddl CirinnA� aprirebbe le porte alla gestazione per altri (o utero in affitto come volgarmente viene definito) tutte menzogne, in Italia c’A? una legge che la vieta penalmente; tra l’altro il 75% delle coppie che vi ricorre A? eterosessuale, perchA� solo adesso fa scandalo?

Per questo chiediamo ad ogni persona, non importa il suo orientamento sessuale, la sua identitA� di genere, il colore della sua pelle, il suo credo religioso, il suo pensiero politico, di unirsi a noi per chiedere ai nostri governanti l’uguaglianza e i diritti che ci stanno negando, si anche a noi, i nostri figli e nipoti fanno parte delle nostre famiglie eterosessuali che in questo modo non vengono tutelate ma discriminate a loro volta. I diritti civili non sono privilegi e se vengono negati anche solo a un cittadino A? una sconfitta dell’intera societA�.

Per cui difendiamo la laicitA� dello Stato e i diritti civili e chiediamo a gran voce: matrimonio egualitario, rendete la nostra nazione un Paese veramente civile.
Parlando di civiltA� fatemi aggiungere un appello al Presidente della Regione Lombardia Maroni e alla sua giunta: Lei rappresenta un’organo istituzionale di uno Stato Laico ed A? un controsenso avere dato l’adesione al Family Day, per cui Le chiediamo di ritirarla.”