post

Agedo all’Unimi per combattere l’Omotransfobia

Il 17 maggio si A? svolto un incontro a Milano, presso l’Aula Magna della��UniversitA� Statale, in occasione della Giornata Mondiale contro l’Omotransfobia. A seguito della conferenza A? stato proiettato il film a�?Pridea�? di Matthew Warchus, scelto per la��occasione da Lele Jandon.

Ha presentato gli ospiti la dott.ssa Irene Pellizzone, ricercatrice dello stesso ateneo, la quale ha portato il saluto del Rettore dott. Gianluca Vago e ha letto una lettera inviata per l’occasione dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

La conferenza A? stata aperta dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Sandro Gozi, in rappresentanza del Premier Matteo Renzi, che ha esposto il lavoro che il Governo sta attuando in fatto di diritti delle persone lgbt e ha dichiarato che la legge sulle unioni civili, appena approvata, A? solo un punto di partenza per arrivare al matrimonio egualitario e dare anche ai figli delle coppie arcobaleno i diritti che ora sono negati, ha aggiunto poi che saranno attuate sempre piA? politiche d’inclusione e contro ogni forma di discriminazione nell’ambito della scuola e del lavoro.

La professoressa Marilisa Da��Amico, costituzionalista dell’Unimi, ha presentato il suo team di ricerca sulle discriminazioni DIReCT.

A seguire, il nostro Presidente Nazionale Fiorenzo Gimelli ha ribadito l’importanza di lavorare per arrivare ad avere in tempi brevi il matrimonio egualitario, il riconoscimento del figliastro da parte del genitore adottante e di tutta la sua parentela, l’attuazione da parte del MIUR di politiche di inclusione e contro la discriminazione omofobica nelle scuole, la necessitA� di campagne d’informazione rivolte ai cittadini per abbattere i pregiudizi esistenti.

Il Vice Console degli Stati Uniti D’America, Mr. Rami Shakra e il dott. Mauro Grimoldi, Direttore scientifico della Casa dei Diritti del Comune di Milano, hanno ribadito l’importanza di eguali diritti per tutti i cittadini. Mentre Roberto Zacheo, ricorrente alla CEDU nella sentenza Oliari, ha t portato la sua testimonianza ribadendo che le disuguaglianze ancora esistono.

Paolo Pobbiati, di Amnesty International Italia, ha letto tre articoli presi dalla Dichiarazione Universale, Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea e dalla nostra Costituzione che, se messi in atto, abbatterebbero tutte le discriminazioni ancora esistenti.

Infine, ha presentato il film il dott. Lele Jandon, ideatore e curatore del Cinema dei Diritti presso la Casa dei Diritti del Comune di Milano.

Terminata la proiezione, ha chiuso in bellezza l’evento il Checcoro, il Coro LGBT di Milano.